Max Pizio

di Claudio Farinone

Max Pizio (Max Pizio)

Juke Box 900
Da domenica 07 a domenica 21 ottobre 2018 alle 20:00

07.10.18 Quella strana barra di alluminio, l'EWI

 

Max Pizio, pregevole musicista ticinese, dopo aver seguito le orme del padre polistrumentista, si cimenta alla fine degli anni 90, con uno strumento non particolarmente raro, ma poco conosciuto nelle nostre latitudini: l'Akai EWI. Si tratta di uno strumento a fiato a generazione elettronica che offer infinite possibilità timbriche e nuove possibilità espressive. L'ospite proporrà un viaggio tra il jazz di Michael Brecker, uno dei grandi sperimentatori di questo strumento e il suo personale percorso discografico, proponendo l'EWI come uno strumento innovatore in diversi ambiti musicali.

14.10.18 Il Clarone tra bebop e contemporanea

 

Max Pizio, musicista e compositore ticinese, dopo aver percorso il mondo degli studi presso il Conservatorio della Svizzera italiana e seguendo così un percorso accademico classico, dopo il suo perfezionamento al Berklee College di Boston, ritrova uno strumento particolarissimo, il Clarinetto contrabbasso, oggetto della puntata odierna di "Juke Box 900".Ciò avviene grazie all'attore svizzero Dimitri, collezionista di strumenti musicali, il quale glielo donò in uso quasi vent'anni or sono. Con infinita gratitudine, Max Pizio si porta con sé questo magico strumento in tutto il mondo, raccogliendo documenti sonori legati al Jazz e alla musica contemporanea. In questa puntata Max Pizio svelerà un aspetto del grande compositore e musicista Antony Braxton, più morbida ed inusuale, in contrapposizione alla musica di lui stesso, impegnato nelle ricerche tra il registro grave e le sei ottave d'estensione del clarone. 

21.10.18 Musica a 432Hz: una bufala o un mito? 
 

Max Pizio, polistrumentista ticinese, dopo alcune ricerche svolte dal 2010 sino ad oggi, decide di sperimentare l'accordatura a 432 Hz su strumenti di fattura moderna come il sassofono e di infondere ad altri artisti moderni, una passione, usata come riferimento nel passato. L'ospite con "benefiche", che si trovano oggi facilmente nella rete.

Biografia:

Max Pizio, nato a Bellinzona (Svizzzera) nel 1975, è polistrumentista e compositore. Avviato dal padre, anch’egli noto musicista, intraprende giovanissimo lo studio dell’organo e del pianoforte e, in seguito, prosegue con il sax soprano e la fisarmonica e l’organo. Si diploma presso il Conservatorio della Svizzera Italiana sotto la guida di Massimo Gaia, Ermanno Briner, Paul Glass e Fabio Di Casola. Parallelamente, segue i corsi di assistente di studio presso l’American Clavé di Colonia (Germania). Prosegue gli studi presso la divisione di arti accademiche della Berklee School di Boston (USA) dove si laurea in arrangiamento orchestrale. Nella stessa scuola, completa il Master di sassofono con gli insegnanti Allan Chase e Jim Odgren. Nel frattempo partecipa ad alcuni clinics negli Stati Uniti, in Svezia e in Danimarca con vari artisti come Vinnie Colaiuta, Jerry Bergonzi, Garrison Fewel, Kenny Werner, Eric Moseholm e Bo Stief. Numerosissime e diverse le sue collaborazioni in campo artistico, a sottolineare la sua apertura ai diversi linguaggi ed esperienze musicali. Tra queste: Paul Mc Candless, Roy Hargrove, Florian Favre, Omar Hakim, Fabrizio Bosso, Olivier Ker Ourio, Bruno Amstad, Juan Munguja e moltissime altre. Ha suonato in tutto il mondo, nel contesto d’importanti festival internazionali ed ha registrato numerosi dischi per etichette internazionali tra cui: Universal, BBC Scotland, Feltrinelli, Visage. Nel 2005 fonda l'etichetta indipendente Tetraktys Music Label, con cui ha prodotto artisti di diversi ambiti musicali legati alla contemporaneità. Attualmente è parte del progetto "Suoni al Buio" con il compositore e chitarrista Sandro Schneebeli, di Epic J Trio, del progetto Aktè e di AskaTrio. Dopo numerose esperienze d’insegnamento, collabora con la SUPSI, come fondatore del Certificato di Studi Avanzati in Sound Engineering. Promuove e concretizza progetti discografici, di editoria e ricerca, oltre a corsi e seminari specializzati nel campo del Jazz e della Contemporanea. Impegnato con Phaselus SA, si occupa della distribuzione e della promozione di strumenti a fiato e accessori Lupifaro.

Le Storie di prima serata

Seguici con
Altre puntate