Chansons ebraiche del XIII secolo, di Giavanni Conti

Ebrei e trovatori

Chansons ebraiche del XIII secolo, di Giavanni Conti

(iStock)

Ebrei e trovatori

Chansons ebraiche del XIII secolo, di Giavanni Conti

Durante il periodo turbolento, che si inserisce tra la messa al rogo del Talmud (1242-1244) e la grande deportazione del 1306, gli ebrei del Vecchio continente svolgono sostanzialmente la stessa vita quotidiana dei cristiani e hanno la stessa lingua dei paesi in cui vivono. Condividono anche lo stesso gusto per i libri, i monumenti, la gioia di vivere e persino il canto popolare.

Le canzoni delle comunità ebraiche del tempo riflettono infatti la vita quotidiana degli ebrei e degli eventi, felici o tragici, che punteggiano l'esistenza umana. Sono espressione vocale di una popolazione, custode dei suoi riti e delle tradizioni. La lingua ebraica sarà conservata per le preghiere e i testi liturgici oggetto della puntata odierna di “Quilisma”.

Ora in onda Modem In onda dalle 19:25
Brani Brani in onda It Don't Mean a Thing (If It Ain't Got That Swing) - Ernestine Anderson Ore 19:22