Sabato pian piano

di Roberto Corrent

Cattedrale di San Cassiano, Imola (iStock)

Sabato pian piano
Da sabato 18 a sabato 25 marzo 2017 alle 17:00

Sabato 18.03.17 - Prima parte

 

Imola è una cittadina della Romagna della stessa dimensione di Lugano, ma - a differenza di questa - trova, insieme a Faenza, menzione nella Divina Commedia:

Le città di Lamone e di Santerno
conduce il lïoncel dal nido bianco,
che muta parte da la state al verno
(Dante Alighieri, Inferno, Canto XXVII)

Indicate dai loro fiumi rispettivamente il Lamone e il Santerno, le due città stanno sotto quel signore che ha per scudo il leone in campo bianco, Maghinardo Pagani da Susinana «che muta parte da la state al verno», cioè che cambia da guelfo a ghibellino da stagione a stagione - e infatti si comportava da guelfo con i fiorentini e da ghibellino con i romagnoli per questioni di convenienza politica.

Tutto ciò non ha però nulla a  che vedere con le persone che stiamo per incontrare a «Sabato Pian Piano», che oggi e la prossima settimana saranno dedicati all'Accademia Pianistica Internazionale "Incontri col Maestro" di Imola e a un incontro realizzato da Roberto Corrent con il suo fondatore, Franco Scala.

Sabato 25.03.17 - Seconda parte

 

La puntata della scorsa settimana e quella odierna di "Sabato Pian Piano" sono dedicate all'Accademia Pianistica Internazionale "Incontri col Maestro+ di Imola e a un incontro realizzato da Roberto Corrent con il suo fondatore, Franco Scala e con l'attuale direttore artistico, Angela Maria Gidaro. Il percorso di ascolti inizia oggi da Giorgia Tomassi interprete del primo Studio dell'op. 10 di Chopin, registrato nei nostri studi nel 1997. Gli ascolti successivi saranno dedicati ad altri allievi dell'Accademia: Ingrid Fliter, Gianluca Cascioli e Gile Bae (leggi Jil Bey).

La notte del cortometraggio

Seguici con
Altre puntate