(iStock)

Atleticamente - Grandi momenti della storia dello sport nella mente dei protagonisti

Rete Due, da lunedì 30 giugno a venerdì 11 luglio, 07:05

STORIE IN CAMPO
Da lunedì 30 giugno a venerdì 11 luglio 2014 alle 07:05
Replica alle 15.35

Lo sport ci è stato raccontato in molti modi. Attraverso le trasmissioni specializzate, i resoconti giornalistici, le narrazioni biografiche, la letteratura, il cinema. Abbiamo conosciuto gli eventi sportivi attraverso le parole, lo sguardo, la memoria di chi quegli eventi li ha vissuti, ne è stato testimone, vi ha partecipato o semplicemente ne è stato irresistibilmente affascinato.

Ora Atleticamente vuole provare a raccontare alcuni grandi momenti della storia dello sport entrando direttamente nella mente dei protagonisti. Raccogliendone e mostrandone i pensieri nel momento esatto in cui i gesti atletici si compiono, nell'attimo stesso in cui si spalancano le vittorie e si materializzano le sconfitte.

Eventi narrati in soggettiva, attraverso il flusso dei pensieri degli atleti, nel tempo reale in cui gli eventi accadono. Riquadri "sentimentali" in cui il fatto sportivo si fa racconto nel vissuto emozionale dei protagonisti. La forma è quella di micro radiodrammi  sonorizzati con la tecnica olofonica. Se avete occasione … ascoltateli in cuffia, vi sorprenderanno!
Gianmarco Bachi e Sergio Ferrentino

 

 

Dal 30 giugno al 4 luglio

30.06.14 “Vola alto - Roberto Baggio sbaglia il rigore a Pasadena” con Roberto Recchia

Pasadena, 17 luglio 1994. Finale dei campionati del mondo di calcio tra Italia e Brasile. Roberto Baggio sbaglia il rigore decisivo.

01.07.14 “Ti porto con me - Nestor Combin ricorda Gigi Meroni” con Igor Horvat

Torino, 22 ottobre 1967, derby Torino -Juventus. Nestor Combin gioca con la febbre alta in memoria di Gigi Meroni, morto 7 giorni prima e realizza una storica tripletta.

02.07.14 “Ancora un giro. Del Piero saluta i suoi tifosi” con Alessandro Castellucci

L’ultimo giro dello stadio di Alessandro Del Piero davanti ai tifosi juventini

03.07.14“Il peso di tutte le cose – Heysel” con Igor Horvat

Bruxelles, 29 maggio 1985, finale di Coppa dei campioni tra Juventus e Liverpool. Poco prima dell'inizio del match scontri tra tifosi causano la morte di 39 persone. E' una delle più grandi tragedie accaduta negli stadi.

04.07.14 “120 secondi - Manchester-Bayern” con Augusto di Bono, Roberto Recchia

Barcellona, 26 maggio 1999, finale di Champions League. Nei due minuti di recupero il Manchester United segna due gol e con una clamorosa rimonta vince 2-1 strappando la coppa al Bayern Monaco.

 

 

Dal 7 luglio al 11 luglio

07.07.14 “Fermate quell’uomo – 1950” Augusto di Bono, Margherita Coldesina, Dario Sansalone

Rio de Janeiro, 9 luglio 1950, finale dei campionati del mondo. L'uruguaiano Ghiggia segna il gol della vittoria contro il favoritissimo Brasile e getta nello sconforto un 'intero paese.

08.07.14 “Dammi la tua mano – Maradona” – Dario Sansalone

Città del Messico, 22 giugno 1986, quarti i finale dei campionati del mondo. Maradona segna di mano e porta in vantaggio l'Argentina contro l'Inghilterra. Passerà alla storia come il gol della "mano de Dios".

09.07.14 “Non rompere – Ronaldo” – Roberto Recchia

Milano 12 aprile 2000, finale di coppa Italia tra Inter e Lazio. Ronaldo rientra dopo 6 mesi di inattività e dopo soli 6 minuti si rompe il tendine di achille. Un'infortunio terribile che ne comprometterà la carriera.

10.07.14 “ Tutto al volo - Van Basten” – Margherita Coldesina

Monaco di Baviera, 25 giugno 1988, finale dei campionati europei tra Olanda e Unione Sovietica. Marco Van Basten realizza uno dei gol più belli della storia del calcio.

11.07.14 “Colpi di testa – Zidane dice addio ai Mondiali di Berlino” Alessandro Castellucci

Berlino, 9 luglio 2006 finale dei campionati del mondo tra Italia e Francia. Dopo essere stato provocato Zidane colpisce Materazzi con una testata e viene espulso abbandonando per sempre il sogno di rivincere la coppa.

Ogni centesimo conta

Seguici con