(iStock)

Vecchiaia

di Monica Bonetti

VOCI DIPINTE
Domenica 09 dicembre 2018 alle 10:35

 

A Venezia a Ca' Pesaro in queste settimane si può visitare una piccola mostra dedicata al pittore divisionista Angelo Morbelli intitolata "Il poema della vecchiaia". I sei quadri che la compongono costituiscono un ciclo realizzato dal pittore all’inizio del Novecento al Pio Albergo Trivulzio di Milano allora ricovero per anziani indigenti. Sono solo un esempio di un fenomeno che in quegli anni cominciava a diffondersi in tutta Europa: la rappresentazione di ospizi in cui uomini e donne trascorrevano l’ultima parte della loro vita.

La rappresentazione della Vecchiaia diventa allora la spia di un’attenzione al disagio sociale che in quegli anni diventa cruciale, ma che invita anche a riflettere su come nei secoli sia cambiato lo sguardo che l’arte ha gettato sulla senilità rendendola di volta in volta simbolo di saggezza, oggetto di scherno o ancora il volto di un’ascetica spiritualità.

Di vecchiaia e di come l’arte l’abbia rappresentata e si sia confrontata con essa nei secoli si occupa questa settimana “Voci Dipinte” insieme ai suoi ospiti: la curatrice e storica dell’arte Giovanna Ginex e lo storico e divulgatore d’arte Stefano Zuffi.

Ogni centesimo conta

Seguici con