Un computer ha completato la Decima di Beethoven

di Giuseppe Clericetti e Giovanni Conti

Circa tre anni prima della sua morte, Beethoven iniziò a lavorare alla sua ultima opera sinfonica, la Decima, che gli era stata commissionata attorno al 1817 dalla Royal Philharmonic Society di Londra assieme alla Nona. La decima sinfonia rimase incompleta a causa del peggioramento delle condizioni di salute di Beethoven, che morì nel 1827, ma il prossimo 9 ottobre verrà suonata per la prima volta a Bonn, sua città natale. Un gruppo di musicologi, compositori ed esperti di intelligenza artificiale ha infatti lavorato per oltre due anni sugli spartiti e gli appunti lasciati da Beethoven per completare le parti mancanti della sinfonia e ricostruirla grazie alle nuove tecnologie. Giuseppe Clericetti e Giovanni Conti parlano di questo e altri casi dove l’intelligenza artificiale ha tentato di “comporre” musica, con la musicologa Anna Menichetti e il compositore Mario Pagliarani.