Tessa, uno Charlot pensieroso

La rava e la fava

Nel 2014, Giampiero Casagrande editore pubblicò La rava e la fava, un volume — curato da Mauro Novelli — contenente «cinquanta prose disperse» di Delio Tessa. Presentando la pubblicazione delle pagine del settimanale della Svizzera italiana «Azione», lo scrittore e saggista Giovanni Orelli, a proposito de «la rava e la fava» scrisse: « Spero (o è illusione?) che non sia necessario spiegare questa espressione dialettale un tempo molto diffusa nella Svizzera italiana che ha fatto anche da titolo per un libro molto bello di Delio Tessa. Ma traduciamolo pure: “di tutto un po’”, “una cosa e l’altra”, e simili.»

Sempre Giovanni Orelli ci descrive il volume: « All’inizio del libro c’è una mezza pagina affettuosa di Guido Calgari, seguita da una Introduzione di Mauro Novelli e dalle 50 prose di Tessa: racconti quasi tutti brevi (sempre improvvise le conclusioni) che il Novelli (della Statale di Milano) ha recuperato da periodici lombardi e ticinesi. Un Tessa che il Novelli chiama (bene) “uno Charlot pensieroso che si aggira nella Milano fine anni Trenta, lontano da camicie nere e tamburi di guerra”. Ma è impossibile dar conto di 50 racconti in 50 righe. Tessa è molto bravo nei ritratti. Molti sono per ragguardevoli milanesi di allora, che si trovavano al Bagutta a mangiar bene e a scambiarsi piacevoli conversazioni. Uomini e libri. Tra gli altri Thovez, Pea, Pastonchi (qui eccessivamente lodato, oggi nessuno lo legge più, e non gli si può dare torto), Croce, Mondadori. (fu Delio Tessa a «combinare» la venuta a Lugano di Benedetto Croce per una conferenza alla RSI), De Marchi, la Mazzucchetti, il Belli. Tra i ritratti più riusciti quelli per Toscanini (il Tessa era un appassionato e competente di musica). Si veda in particolare il ritratto alle pagine 97-100, da cui ecco un frammento iniziale: “I progetti non si sono realizzati. Il maestro Arturo Toscanini avrebbe dovuto festeggiare il 50° anniversario di direzione orchestrale in una serie di concerti in una grande capitale europea. Avrebbe celebrato le sue nozze d’oro coll’arte, a fianco dei suoi due grandi padrini. Beethoven e Verdi. (…)”. »

Nel novembre del 2014, la trasmissione televisiva «Turné» mandò in onda un servizio, nel quale il curatore Mauro Novelli racconta come ha curato La rava e la fava.

Brani Brani in onda Swing Out - Bob Mintzer Big Band Ore 13:54