Leonardo, dettaglio da studio anatomico di embrione
Leonardo, dettaglio da studio anatomico di embrione

Cinque giorni per... esplorare la storia dell'anatomia

Il corpo umano nei secoli tra teoria e pratica

Il corpo umano, da sempre, e inevitabilmente, al centro della nostra attenzione, riassume in sé tutti i contraddittori aspetti della nostra natura: la gioia della bellezza e del piacere, la miseria della decadenza e della malattia, l’orrore repulsivo del dolore e della morte, l’angoscia e il fascino dell’incognito. Il corpo umano infiamma da millenni la nostra curiosità, banco di prova, spesso di scontro, per svariate discipline come la filosofia, la scienza, l’arte, la religione, la politica, l’etica.

Fu a partire dal Rinascimento, con la nascita e l’affermarsi dello sperimentalismo e della nuova scienza, che l’interazione tra questi fattori crebbe a dismisura. Nel corso dei secoli si moltiplicarono le ricerche, le controversie, le reciproche contaminazioni tra le molte forme di sapere che s’accostarono al corpo umano con occhi curiosi e intimoriti, animando quel flusso d’esperienze e conoscenze che ha plasmato la percezione di noi stessi e di cui noi, oggi, siamo eredi spesso inconsapevoli e distratti.

Questo affascinante patrimonio di sapere sarà il fulcro tematico dei cinque incontri previsti, che si soffermeranno su cinque aspetti cruciali che tracciano la storia del legame tra corpo e cultura a partire dal Rinascimento: la scienza medica, le implicazioni religiose ed etico-legali, la filosofia naturale, l’arte e l’immaginario collettivo. Lungi dall’essere autoconclusiva, ogni puntata insisterà sui molti e profondi legami tra temi e discipline solo in apparenza distanti, offrendo al pubblico spunti di riflessione e riferimenti culturali. A cura di Manuela Bieri.

Frontespizio di Philipp Jakob Sachs, Oceanus Macro-microcosmicus (1664)
Frontespizio di Philipp Jakob Sachs, Oceanus Macro-microcosmicus (1664)
 
Tavola da Giovanni Alfonso Borelli, De motu animalium (1685)
Tavola da Giovanni Alfonso Borelli, De motu animalium (1685)

P.S.: Un film interessante e che parla di questo ultimo aneddoto è Restoration - il peccato e il castigo, del 1995.

Tavola da Andra Vesalio, De humani corporis fabrica (1542)
Tavola da Andra Vesalio, De humani corporis fabrica (1542)

P.S.: Oltre al film Ladri di cadaveri - Burke & Hare diretto da John Landis nel 2010, Francesco Luzzini il nostro esperto di storia dell’anatomia, consiglia anche il libro: Il ladro di cadaveri di Robert Louis Stevenson.

Michelangelo, dettaglio dalla Cappella Sistina, Roma
Michelangelo, dettaglio dalla Cappella Sistina, Roma
 
Frontespizio di Mary Shelley, Frankenstein (edizione 1831)
Frontespizio di Mary Shelley, Frankenstein (edizione 1831)