Cinque giorni per...(ri)scoprire la Svizzera italiana!

Idee e consigli di escursioni nella nostra regione

Quest’estate, nonostante il caldo, le infradito e i gelati, non sarà un'estate come le altre. Il covid19 ci ha sconquassato la stagione delle vacanze e in molti hanno deciso di passare le ferie in Svizzera o addirittura nel proprio cantone. Eccovi allora alcuni consigli di itinerari nella Svizzera italiana. Cinque escursioni, più o meno note, per scoprire e riscoprire il nostro territorio.

Sentiero delle guardie, Punto più a sud della Svizzera, Pedrinate
Sentiero delle guardie, Punto più a sud della Svizzera, Pedrinate (RSI)

 

Sicuramente non sono fra i più famosi della Svizzera italiana, ma anche Chiasso ha le sue escursioni e i suoi itinerari. Una serie di sentieri che ripercorrono luoghi e storie dei contrabbandieri, e che hanno il loro culmine nel punto più a sud di tutta la Svizzera.

Montagne bellissime, panorami mozzafiato e tante attrazioni per tutti. Il monte Tamaro è diventato un punto di riferimento nella nostra regione e un esempio di come valorizzare un patrimonio naturalistico. Una montagna che non lascia mai indifferenti. Ci accompagna Federico Maffezzoli.

(www.bernina-glaciers.ch)

Il viaggio alla scoperta di luoghi e itinerari nella Svizzera italiana oggi ci porta nei Grigioni, più precisamente in Valposchiavo, dove antichi ghiacciai nel corso dei millenni hanno scavato nella roccia magnifiche formazioni chiamate "marmitte dei giganti", che da qualche anno sono state liberate dalla vegetazione e sono comodamente visitabili. Indossiamo gli scarponcini e seguiamo Paolo Cortinovis.

Cascata della Piumogna
Cascata della Piumogna

Una cascata in Valle Leventina che non ha nulla da invidiare a luoghi esotici sparsi in giro per il mondo: la cascata della Piumogna e i suoi dintorni offrono l’opportunità di fare due passi in natura oppure scoprire due percorsi yogici tra asana e pranayama. Scopriamola insieme a Natascia Bandecchi.

Nella Valle di Blenio esiste un mistero irrisolto da più di mille anni. Sono piccole costruzioni erette sui pendii più scoscesi delle montagne. Nessuno sa chi le ha edificate e soprattutto perché. Federico Maffezzoli ci presenta le case dei pagani.