E-sport: pagati per giocare

Anche in Svizzera si fanno strada i videogiocatori professionisti

Il gaming competitivo è in un momento di grande fermento: il giro d’affari attuale ha superato i 700 milioni di dollari e le stime parlano di una crescita che porterà questo settore a quota 1,5 miliardi di dollari entro il 2020. Anche la Svizzera sta muovendo i primi passi nel settore, con grandi aziende come Swisscom o la Posta che recentemente hanno lanciato le proprie leghe di e-sport professionale.

Yves Terrani, collega di RTS , ha seguito la 32 esima edizione del POLYLAN, manifestazione internazionale videoludica a cui hanno partecipato anche  squadre organizzate e federazioni cantonali come quella ginevrina. Il contributo è a cura di Paolo Cortinovis.