La storia di Elio e Le Storie Tese raccontata da DJ Monnezza

Riascolta lo Speciale

mercoledì 17/01/18 20:00
Ascolta

Ma voi lo sapevate che Rete Tre è stata un po’ la mamma adottiva degli “Elio e Le Storie Tese”?
No? Non ci credete?
Nemmeno se vi facciamo vedere la splendida foto di Elio che durante le registrazioni di “Esco dal mio corpo e ho molta paura” indossa la maglia con le frequenze di Rete Tre?
Nemmeno se vi diciamo che alcuni diggèi squaraqquaquà dell’allora neonata terza rete della Radio Svizzera di lingua italiana, nelle infauste notti della fine dei maggici anni ottanta / inizio anni novanta (quelle su cui wòllano i TheGiornalisti per intenderci), furono i primi a credere a quella banda di meloni fracassati che diventerà poi la band cul(t)o della scena musicale italiana (oltre a quella demenziale), e che c’abbiamo le prove, anche video, di queste nostre sconvolgenti affermazioni?

Se non ci credete sono concretamente anche “pellet” vostri. Noi dalla nostra, come dicevamo prima, c'abbiamo le prove.

Se volete immergervi in queste nostre maggicissime prove potete riascoltare lo speciale creato proprio da uno di quei diggèi, Maurizio Forte aka Dj Monnezza aka Master Monnezza aka Er Mejo der Monnezzeo, che ripercorre la storia della combriccola milanese (con intruso ritmico/elvetico) trasmessa il 6 gennaio scorso.

Usguarauuuououojuoupawiwfbjalhvbéaikbn (che in Monnezzese vuoi dire “hai capito?!”) 

Le coproduzioni RSI a Cine Tell: L'intrusa

Seguici con