Pedalare a un passo dal cielo

a cura di Luca Beti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

124 chilometri, 12mila metri di dislivello in sette tappe. È quanto promette il tour "Haute route" in mountain bike elettrica nelle Alpi vallesane.

La «Haute route» è per gli appassionati dell'alta montagna ciò che per i podisti è la maratona di New York. È un sogno da realizzare una volta nella vita. Il famoso tour di più giorni con partenza da Chamonix, in Francia, si snoda sulle Alpi vallesane e si conclude al cospetto del Cervino, a Zermatt. Il Vallese è un fantastico parco giochi naturale che regala emozioni a getto continuo con le pelli di foca, gli scarponi ai piedi oppure in sella a una mountain bike elettrica. Già, perché da alcuni anni è possibile percorrere il mitico tracciato della «Haute route» con l'e-bike. Sono 240 chilometri e 12mila metri di dislivello da pedalare in sette giorni. La sesta tappa, la tappa regina, parte da La Sage, a 1700 metri, nella Val d'Hérens, per scollinare sul Col de Torrent a quasi 3000 metri. Un'ascesa su sentieri alpini da farvi mancare il fiato, non per la fatica, ma per la bellezza della «couronne imperiale», la cintura di vette innevate che vi si staglia davanti. Foto di rito e poi giù, a rotta di collo su sentieri per funamboli in bici. Arrivo all'Hôtel Weisshorn, arroccato su un promontorio a 2300 metri. Tempo per ricaricare le batterie – non solo della bicicletta – con una wellnessoclette: combinazione tra jacuzzi, sauna e il più famoso piatto locale, la raclette.