Alicia Tellez Serralde

Alicia Tellez Serralde

da Bellinzona a Cali

Alicia, di origine messicana, ha vissuto per 33 anni in Ticino: quando era in Ticino si sentiva messicana, invece ora che è in Colombia si sente molto Ticinese e Svizzera. Alle soglie dei 60 anni, Alicia si è chiesta come continuare: suo figlio era fuori casa per studiare, lei aveva bisogno di qualcosa che la aiutasse a mettere in pratica tutti i suoi studi. Così lo scorso ottobre, grazie a Comundo è partita per la Colombia.

Una destinazione scelta per le sue conoscenze dello spagnolo e perché immaginava di trovarsi in un paese molto simile al Messico: invece ha trovato una realtà completamente diversa da tutto quello che si poteva immaginare. In Colombia Alicia è insegnante di teatro e di espressione vocale. Lavora per un “circo sociale”, che è un po’ come il nostro doposcuola per i bambini e giovani. C’è tanto entusiasmo ed energia, tutti partecipano volentieri a queste attività. La vita a Cali è pericoloso, per niente semplice: non si può camminare da soli, finché non si è parte della comunità e conosciuti dal vicinato.

Albachiara questa mattina ha ritrovato, in studio, Alicia Tellez Serralde per fare il punto sulle sue attività svolte per Comundo in Colombia dove si occupa, attraverso il circo, di giovani in un centro sociale. Se la prima volta che l’abbiamo sentita aveva la possibilità di muoversi in sicurezza in appena due quartieri di Cali, oggi i quartieri sono diventati tre. Violenza, insicurezza e speranza nel suo racconto

 

Alicia terrà una conferenza per raccontare della sua esperienza in Colombia al Canvetto Luganese,

domani 16 dicembre 2017, alle 17.00