Edizione del 12.03.2019

Partiti ai raggi “X”: il Ppd

Dopo i socialisti, il Partito popolare democratico. Prosegue la serie che Modem, in vista delle elezioni cantonali del 7 aprile, dedica alle quattro principali forze politiche del canton Ticino. Dopo la puntata con il presidente del Ps Igor Righini, tocca a Fiorenzo Dadò passare ai “raggi X”. Non sono stati 4 anni facili per il partito. Il tormentato cambio ai vertici e il caso Argo1 hanno sicuramente segnato la compagine pipidina e scosso la base. Sullo sfondo le difficoltà che incontra un po’ in tutta la Svizzera il Ppd, il consenso non è più quello di una volta e le elezioni in vari cantoni lo hanno dimostrato in questi ultimi anni.

La struttura della puntata sarà sempre quella: un faccia a faccia. Fiorenzo Dadò sarà sottoposto alle domande di Giuseppe Bucci e Sharon Bernardi (Responsabile delle Cronache della svizzera italiana). Lo scopo quello di fare una radiografia senza sconti dei popolari democratici (nelle prossime settimane toccherà anche a liberali radicali e leghisti). Ci sarà anche questa volta un piccolo reportage dalla base, da cui emergeranno elementi di critica interna. E poi ancora lei: Sonja, anzi “Sogna” con la “g”, personaggio creato ad hoc da Renato Agostinetti (storico autore di testi per il “Cabaret della svizzera italiana”) che aggiungerà un sorriso e un po’ di pepe al nostro incontro.

Tocca dunque al Ppd, e quindi ospite di questa seconda puntata sarà come detto:

Fiorenzo Dadò, presidente Ppd

Modem su Rete Uno alle 8.20, in replica su Rete Due alle 19.25. Ci trovate anche sul Podcast e sulle app: RSINews e RSIPlay

 

Europei 2020: Svizzera-Danimarca

Seguici con