Ticino terra di cinema

#TIfilmo #ecologiatraighiacci #PoloNord #povertàinEuropa #casainvisibile

lunedì 12/03/18 16:05
Mattia Bertoldi - 12.03.18.MP3

136 film dal 1915 ad oggi: il Ticino parla la lingua del cinema. Da Alberto Sordi sul lungolago di Paradiso al salto di Pierce Brosnan dalla diga della Verzasca, fino al recente successo dei "Frontaliers" sono moltissime le pellicole girate nel nostro cantone, che ora sono disponibili su una banca dati creata nell'ambito di "OltreconfiniTi". Un progetto addirittura più efficace del marketing per promuovere il territorio, come ci spiega il coordinatore della piattaforma dedicata agli emigrati ticinesi Mattia Bertoldi.

Le ripercussioni dei cambiamenti climatici sono sempre più visibili sul nostro pianeta e a farne le spese sono anche i ghiacci del Polo Nord. Per dare un contributo alla sensibilità ecologica, lo "Swiss Artic Project" ha dato la possibilità a cinque ragazzi svizzeri di partecipare ad una spedizione spedizione che partirà dalla Norvegia il prossimo luglio e così di toccare con mano l’argomento. Per parlarcene oggi abbiamo contattato Tessa Viglezio di Lugano, studentessa di biologia all'Università di Neuchâtel.

 

Come ogni lunedì LA2 si veste Doc con il documentario "Povera Europa" in cui viene trattato per l'appunto il tema della povertà e dei salari sotto la media nell'Unione Europea. A introdurci i due approndimenti del lunedì sera sentiamo il produttore RSI Valerio Selle, che lancia anche il documentario "Non solo barba e capelli" sulla crisi della città di Detroit.

 

Storie, la domenica in prima serata

Seguici con
Altre puntate