(laRegione)

Un festival senza confini

con Caterina Righenzi e Axel Belloni

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

A cosa serve un confine? È una gabbia, una semplice barriera ideologica oppure un perimetro all'interno del quale sentirci a casa? La storia dell'umanità è costellata di confini: alcuni hanno stimolato l'immaginazione come la siepe de L'infinito di Leopardi, altri hanno diviso vite come il Muro di Berlino. Con la curatrice Valentina Fontana anticipiamo alcune riflessioni che accompagneranno dal 15 al 17 ottobre il "Festival sconfinare" a Bellinzona.

Il Grasshoppers torna a casa: il nuovo Hardturm verrà realizzato. Il 27 settembre i cittadini di Zurigo hanno approvato il progetto "Ensemble" che prevede la costruzione di due torri e una serie di appartamenti nel complesso del nuovo stadio. Come mai ci sono volute quattro votazioni? Chi si è opposto alla realizzazione di questo colosso? E ancora, i tifosi di Grasshoppers e Zurigo come vedono la convivenza nello stesso stadio? La nostra Felicity Brunner è andata a indagare.

 

Una nuova applicazione per il pagamento senza contanti, la Città di Luoshe patria del pianoforte e un reporter americano trasformato in sherpa. La notizie più curiose dall'Asia con Diego Barbera.