Me lo sentivo

Con Giorgia Würth, Paolo Taggi e Massimiliano Pani

sabato 20/04/19 16:05
Lampada soffitto, camera da letto Me lo sentivo, 20.04.19

Quando una premonizione si avvera, la consideriamo una straordinaria coincidenza.
Se ne incontrano tante, nella vita quotidiana e nella letteratura attenta ai fenomeni misteriosi che si presentano nella nostra vita.

È successo a una signora americana, che in piena notte ha sognato che ad un'ora precisa sarebbe caduto il grande lampadario che si trovava proprio sopra il lettino dove dormiva la sua bambina. Svegliatasi dall'incubo, sotto gli occhi increduli del marito, la donna ha preso la bambina e l'ha portata nel letto matrimoniale.

All'ora esatta della premonizione, il lampadario è caduto. Per la bambina, se fosse stata lì, non ci sarebbe stato scampo.

Anche la mamma del grande centravanti Edwin Dzeko, quando il ragazzo aveva tredici anni e a Sarajevo infuriava la guerra ha avuto una premonizione.

Meno sorprendente, vista la cornice tragica di quegli anni che fa da sfondo all'episodio, ma non meno drammatica e coinvolgente. La donna "ha visto"... una bomba cadere sul campo di calcio vicino all'aeroporto dove suo figlio giocava con tanti amici adolescenti, Prove di giovane campione.

Quel pomeriggio gli ha vietato di andare all'allenamento. E ha avuto ragione. Perché proprio quel pomeriggio una bomba, caduta sul campo di calcio, ha distrutto la vita di molti ragazzini, compagni di gioco del figlio e, chissà, potenziali campioni come sarebbe diventato lui.

Questo vuol dire che il destino si può prevenire?

Secondo uno studioso di queste materie, David Hamilton, ci sono davanti a noi almeno due futuri; compresenti ed entrambi possibili. Nel suo libro La tua strada è già tracciata? sostiene che per gli specialisti se una storia raccontata da un paziente non gli piace la definiscono aneddotica. Se la trovano scientificamente motivata, anamnesi.

Nella quindicesima puntata racconteremo altre storie di coincidenze: come quella che ha portato ad incontrarsi uno dei più famosi cuochi del momento a livello internazionale, Massimo Bottura e sua moglie, Lara Gilmor. Una coincidenza li ha portati a conoscersi, giovanissimi, e di estrazione sociale molto diversa, in un fast food dove lavoravano. La vita li ha messi alla prova, ma l'amore, sbocciato nel 1993 ha superato ogni ostacolo.

Vi racconteremo altre coincidenze, appassionanti e curiose. Vi lasciamo con una domanda: da dove viene la frase "piantare in asso?". Lo scoprirete ascoltandoci. Vi diamo solo due indizi: un'isola. E Arianna...

Un'estate con la RSI

Seguici con
Altre puntate