Cannes 2019, Almodovar nelle sale con Moretti

Ciak News puntata 452: con Roberta Nicolò e Marco Zucchi

venerdì 17/05/19 10:05
Dolor y Gloria Cannes 2019, Almodovar nelle sale con Moretti, 17.05.19

Cannes 2019 - Dolor y Gloria, Santiago Italia, Attenti a quelle due e A l'ecole des philosophes

In collegamento dal settantaduesimo Festival di Cannes Marco Zucchi presenta i film più attesi: dagli zombie del film The Dead Don't Die di Jim Jarmusch a Rocketman di Dexter Fletcher, Les Misérables di Lady Ly e Bucurau di Mendoza Filho e Juliano Dornelles.

Dolor y Gloria regia di Pedro Almodóvar. Un regista cinematografico, Salvador Mallo (Antonio Banderas), oramai sul viale del tramonto. I ricordi della sua infanzia negli anni ‘60 del suo primo amore da adulto nella Madrid degli anni ‘80; la precoce scoperta del cinema ed il senso del vuoto, l’incommensurabile vuoto causato dall’impossibilità di continuare a girare film. Dolor y Gloria parla della creazione artistica, della difficoltà di separarla dalla propria vita e dalle passioni che le danno significato e speranza. Nel recupero del suo passato, Salvador sente l’urgente necessità di narrarlo, e in quel bisogno, trova anche la sua salvezza. Nel film c'è anche la partecipazione speciale di Penélope Cruz che interpreta la mamma del piccolo Salvador.

 

 

Santiago Italia film di Nanni Moretti. Dal settembre 1973, dopo il colpo di stato del generale Pinochet, l’ambasciata italiana a Santiago ha ospitato centinaia e centinaia di richiedenti asilo. Attraverso interviste ai protagonisti si racconta la storia di quel periodo drammatico, durante il quale alcuni diplomatici italiani hanno reso possibile la salvezza di tante vite umane.

 

 

Attenti a quelle due di Chris Addison. Josephine Chesterfield, interpretata da Anne Hathaway, è un'ereditiera elegante e seducente, oltre che una truffatrice esperta che rimorchia milionari per il gusto di spennarli. Penny Rust (Rebel Wilson) è invece una truffatrice meno raffinata, è caotica, esuberante e scurrile. Quando Penny fa la sua comparsa a Beaumont-sur-Mer, Josephine tenta prontamente di allontanarla dalla sua piazza, ma poi, ricattata, è costretta ad accettare di farle da maestra nell'arte della truffa.

 

A l'ecole des philosophes del regista Fernand Melgar segue i primi passi a scuola di cinque disabili mentali che dovranno imparare la convivenza. Se in un primo tempo, chiusi in se stessi come sono, la missione sembra quasi impossibile, a poco a poco la classe prende forma e, nonostante tutto, gli allievi fanno progressi, con grande stupore e felicità dei loro genitori. Uno dei due documentari svizzeri campioni d’incassi dell’ultima annata.

 

Un'estate con la RSI

Seguici con
Altre puntate