Cinema svizzero a Venezia, Lady Bird e nome di donna

Ciak News puntata 405: con Roberta Nicolò

venerdì 02/03/18 10:05
Nome di donna di Marco Tullio Giordana con Cristina Capotondi Cinema svizzero a Venezia, Lady Bird e nome di donna, 02.03.18

Cinema Svizzero a Venezia una manifestazione che aprirà il 5 marzo a Palazzo Trevisan degli Ulivi. Curata da Massimiliano Maltoni ha tra i 12 lungometraggi proposti, tutti rigorosamente targati CH, anche il documentario Non ho l’età di Olmo Cerri e Cercando Camille di Bindi De Stoppani.

 

Nome di donna è l’ultimo lavoro del regista italiano Marco Tullio Giordana con Cristina Capotondi. Una storia che affronta il delicato tema dell’abuso sessuale nel mondo del lavoro. La sceneggiatrice Cristiana Mainardi racconta:

Le molestie sessuali sui luoghi di lavoro restano un fenomeno di proporzioni enormi, a fronte del quale solo una sparuta minoranza sceglie di reagire. I fatti degli ultimi mesi hanno dimostrato quanto sia difficile uscire dal silenzio ed esporsi al giudizio del senso comune e quanto sia difficile affidarsi a una società che culturalmente deve ancora fissare i suoi punti di riferimento

 

 

Lady Bird film della regista americana Greta Gerwig è Candidato agli Oscar in 5 categorie: miglior Film, regia, attrice protagonista e attrice non protagonista e sceneggiatura. Una commedia ambientata nella società dei primi anni duemila, caratterizzata da grossi cambiamenti nella classe media, confrontata con le difficoltà economiche e all’inizio di un declino al quale ancora oggi stiamo assistendo. Ed è proprio il punto di vista femminile il centro di questo film. La delicata psicologia che mette a confronto la giovane Lady Bird, immagine di una generazione che vive la possibilità del sogno come qualcosa di tangibile, come obiettivo per il proprio futuro e sua madre Marion.

 

Siamo la Svizzera: uniti nella diversità

Seguici con
Altre puntate