Messaggi dalla fine del mondo, del regista Matteo Born (RSI)

Festival del cinema svizzero contemporaneo e Locarno2020 - For the Future of Films

Ciak News puntata 484: con Roberta Nicolò

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Ospiti: Matteo Pavesi direttore della Cineteca di Milano, per parlare del Festival del cinema svizzero contemporaneo; Lili Hinstin direttrice del Locarno Film Festival, per scoprire le novità di questa speciale edizione Locarno2020 - For the Future of Films.

Messaggi dalla fine del mondo, del regista Matteo Born. Doris e Charles Michel vendono la loro casa a Zurigo e comprano una barca. La loro idea è semplice: portare cinque giovani svizzeri al Circolo Polare Artico per osservare, attraverso un'esperienza diretta, i segni del riscaldamento globale e sensibilizzare i loro coetanei in maniera significativa. Per tre settimane l'equipaggio della nave San Gottardo navigherà in paesaggi ostili e spettacolari al tempo stesso. Armati delle loro macchine fotografiche, i giovani esploratori documenteranno lo stato di salute della fine del mondo.
Guarda il trailer di Messaggi dalla fine del mondo

La vocation d'André Carel, di Jean Choux. Capolavoro della cinematografia svizzera. Un giovane borghese trascorre le vacanze a Évian, la stazione termale alla moda per i ricchi. Durante un'escursione, arriva al villaggio di Meillerie e osserva il lavoro degli operai della cava. Lì incontra la figlia del caposquadra e si innamora di lei. Costretto a fingersi operaio, riesce a farsi assumere come cavatore e ad alloggiare, assieme ai nuovi colleghi, in una casa vicino a quella della ragazza tanto desiderata.

Tambour battant, del regista François-Christophe Marzal. A Monchoux, un piccolo villaggio del Canton Vallese incastonato nella montagna in un paesaggio idilliaco, gli abitanti sembrano davvero avere tutto per vivere felici. Ma in questo inizio di primavera del 1970 la città è preda di un’insolita agitazione. Sarà per l’attesissima votazione volta finalmente a garantire il suffragio alle donne svizzere? O forse per l’imminente referendum sull'espulsione dei lavoratori stranieri? No, è molto peggio: la banda di ottoni del villaggio è andata a catafascio! Per metà del villaggio la colpa è di Aloys; per l’altra metà, la colpa è di Pierre. La contesa tra i due gruppi, incarnata dai loro leader, sarà politica, musicale e… amorosa. Una commedia trascinante, campione di incassi nella Svizzera francese!
Guarda il trailer di Tambour battant

Vitalina Varela, di Pedro Costa. Joaquim muore a Lisbona. La moglie Vitalina Varela torna da Capo Verde per il funerale, ma quando arriva a destinazione questo è già stato celebrato. Decide di rimanere comunque in Portogallo e di elaborare lì il lutto. Vitalina torna a Lisbona, in una nazione che non è sua, dove si parla una lingua che non ha mai accettato di parlare, per incontrare un marito che non c'è più e che l'ha tradita e ripudiata. Appena scesa dall'aereo le viene detto di tornare a casa, ma Vitalina ha atteso 40 anni di poter prendere quel volo e non ha intenzione di andarsene.
Guarda il trailer di Vitalina Varela