Strange days: i mitici anni novanta. Rampage - furia animale e Happy end

Ciak News puntata 411: con Marco Zucchi e Roberta Nicolò

venerdì 13/04/18 10:05
Happy end, del regista Michael Haneke Strange days: i mitici anni novanta. Rampage - furia animale e Happy end

Strange days: un Festival sui mitici anni ’90 è la rassegna che vuole raccontare il periodo della cosiddetta generazione X e il cinema, tra film e documentari, che ha colto in maniera originale alcuni aspetti salienti di quel periodo. Un viaggio suggestivo attraverso i miti dell’epoca.

Rampage - furia animale, firmato da Brad Peyton, vede protagonista Dwayne Johnson che già aveva lavorato con il regista in San Andreas. Tutto prende avvio da un esperimento scientifico effettuato dal governo su alcuni esemplari di animali. Uno di questi è un gorilla, che fin dalla più tenera età ha un rapporto di amicizia con il primatologo, Davis Okoye. L’esperimento non va come previsto e gli animali diventano creature di smisurate potenza e dimensioni. Tre creature piene di rabbia che distruggeranno la città. Okoye cerca di sistemare le cose, cercando un antidoto per salvare il gorilla.

 

 

Happy end, del regista Michael Haneke, è il ritratto di una famiglia dell'alta borghesia di Calais. L'anziano padre George (interpretato da Jean-Louis Trintignant) è il fondatore di un'azienda che ora è guidata dalla figlia (Isabelle Huppert) mentre il figlio, che ha il volto di Mathieu Kassovitz, passato a seconde nozze, ha problemi con la figlia di primo letto che viene a vivere con lui dopo il ricovero della madre.

 

I Mondiali alla RSI

Seguici con
Altre puntate