WOW! Ci sono Tarantino, Almodovar, Malick e Bellocchio

Ciak News puntata 453: con Roberta Nicolò e Marco Zucchi

venerdì 24/05/19 10:05
C'era una volta...a Hollywood di Quentin Tarantino con Leonardo di Caprio e Brad Pitt WOW! Ci sono Tarantino, Almodovar, Malick e Bellocchio, 24.05.19

In questa puntata: Cannes 2019: Dolor y gloria, C’era una volta a Hollywood, The hidden life, il Traditore, La famosa invasione degli orsi in Sicilia. In sala: Alladin, Il viaggio di Yao.

In collegamento dal settantaduesimo Festival di Cannes, Marco Zucchi racconta i film di questa edizione. Presenti anche due co-produzioni svizzere: Les Hirondelles de Kaboul

 

C'era una volta...a Hollywood di Quentin Tarantino. Nella Los Angeles del 1969 Sharon Tate, promettente attrice americana e sposa di Roman Polanski. Sharon è la nuova vicina di Rick Dalton (Leonardo di Caprio), star della televisione in declino. Dalton condivide la scena con Cliff Booth (Brad Pitt), il suo stuntman. Rick e il Dalton traslocano in Europa per girare un pugno di spaghetti-western. Sei mesi e una moglie (italiana) dopo, Rick e Cliff tornano a Los Angeles dove li attende la notte più calda del 1969.

 

Dolor y Gloria di Pedro Almodovar. Un regista cinematografico, Salvador Mallo (Antonio Banderas), oramai sul viale del tramonto. I ricordi della sua infanzia negli anni ‘60 del suo primo amore da adulto nella Madrid degli anni ’80. Nel recupero del suo passato, Salvador sente l’urgente necessità di narrarlo, e in quel bisogno, trova anche la sua salvezza.

 

A Hidden Life Regia di Terrence Malick. Radegund, nell'Alta Austria, è un'oasi di pace dove Franz (August Diehl) e Fani (Valerie Pachner) si sono incontrati e innamorati. La loro vita scorre lieta scandita dalle stagioni e dalle campane della chiesa, dal lavoro nei campi e la ricreazione sui prati. Ma la guerra allunga la sua ombra e rovescia il loro destino. Franz è chiamato alle armi e a giurare fedeltà al Führer. Incapace di concepire la violenza obietta, procedendo in direzione ostinata e contraria. Arrestato per tradimento, viene processato e condannato a morte nell'agosto del 1943.

 

Il Traditore film di Marco Bellocchio. Tommaso Buscetta, interpretato da Pierfrancesco Favino, ha permesso ai giudici Falcone (Fausto Russo Alesi) e Borsellino, di portare alla luce l'esistenza della struttura mafiosa di Cosa Nostra, rivelandone i capi, facendoli imprigionare, svelando le collusioni con la politica, e l'esistenza, con Pizza Connection, del traffico di droga con la mafia italo-americana.

 

La Famosa invasione degli orsi in Sicilia diretto da Lorenzo Mattotti. Film d'animazione. Tonio, figlio del re degli orsi, viene rapito dai cacciatori nelle montagne della Sicilia. il Grande Re degli orsi, nel tentativo di ritrovare il figlio e di sopravvivere ai rigori di un terribile inverno, decide di condurre il suo popolo dalle montagne fino alla pianura, dove vivono gli uomini. Grazie al suo esercito e all'aiuto di un mago, riuscirà a sconfiggere il malvagio Granduca e a trovare finalmente il figlio Tonio. Ben presto, però, Re Leonzio si renderà conto che gli orsi non sono fatti per vivere nella terra degli uomini.

 

Aladdin regia di Guy Ritchie. Aladdin (Mena Massoud) è un giovane di Agrabah ingannato dal sultano Jafar che lo spinge ad entrare nella Caverna delle Meraviglie. Lì trova una lampada magica, con un genio, interpretato da Will Smith, in grado di esaudire tre desideri. Aladdin chiede di essere trasformato in un principe per conquistare la bellissima principessa Jasmine (Naomi Scott), già oggetto del desiderio proprio del malvagio Jafar (Marwan Kenzari), ma restia a convolare a nozze. Aladdin si troverà però  a scontrarsi con le sue stesse bugie. Un altro classico Disney riproposto in versione film.

 

Il viaggio di Yao di Philippe Godeau. Yao, un ragazzino di 13 anni che vive in un villaggio nel nord del Senegal, è disposto a tutto pur di incontrare il suo eroe, Seydou Tall (Omay Sy), un celebre attore francese. Per realizzare il suo sogno, il giovane Yao organizza la sua fuga e intraprende un viaggio in solitaria di 387 chilometri per raggiungere la capitale, dove l’attore è presente per un evento. Commosso dall'incontro con il bambino, Seydou decide di sottrarsi ai suoi obblighi professionali e di riaccompagnarlo a casa. Ma sulle strade polverose e incerte del Senegal, Seydou comprende che il percorso verso il villaggio del suo giovane amico, in realtà è anche un percorso verso le sue stesse radici.

 

Ogni settimana in prima serata, Falò

Seguici con
Altre puntate