Black Sea Dahu

Janine Cathrein, di Sandra Romano e Marco Kohler

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un perpetuo divenire. C’è un alto coefficiente di trasformazione dentro Black Sea Dahu. Una storia iniziata con un nome che è diventato un altro, dischi ripubblicati a 6 anni di distanza, riedizioni in versione strumentale e il desiderio di scrivere musica per film. Sullo sfondo la bellezza e la naturalezza di un suono e di una voce che hanno conquistato anche l’Europa. Janine Cathrein è la vera forza motrice di questo progetto folk zurighese. L’anno scorso sono stati ripubblicati l’EP Kingdom North del 2014 e l’album “White creatures” in versione strumentale. Prima dell’intervista potete ascoltare la musica di Mnevis, Crème Solaire, Eutropic, Us & Sparkle e Fiona Fiasco & Melodiesinfonie. La chiusura è con Max Apollo.