v (Bibliomedia Biasca)

Gòss in firégna / 1

Con l’allieva Isabella Visetti e il maestro Nicola Ferretti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

A fine novembre, è uscito il libro “Gòss in firégna”, che raccoglie tutte le poesie di Spartaco Rossi, poeta dialettale di grande spessore e originalità, che tratta temi moderni con il suo dialetto arcaico, così prezioso perché sempre più raro.

Un’opera monumentale che è un omaggio alla comunità di Biasca, il cui titolo richiama il soprannome dato ai biaschesi “gòss”, gozzi, e la tradizionale “firégna”, la veglia serale durante la quale ci si ritrovava per qualche chiacchiera mentre si filava lana o si svolgevano altri lavori domestici. Curatore del volume è Guido Pedrojetta, per oltre trent'anni docente di italiano all'Università di Friburgo, che ha raccolto, analizzato e tradotto le poesie pubblicate negli anni dal poeta biaschese nella rivista “Tre Valli” e ne “Il Biaschese”.

Daniele Dell’Agnola, docente di italiano, scrittore e presidente del Circolo cultura Biasca, ci racconta la figura del poeta conosciuto da tutti come “ol Spartaco” e un’iniziativa collaterale all’uscita del libro: la creazione di un sentiero poetico illuminato, creato dal Patriziato di Biasca, che dalla Casa per anziani porta al Centro sportivo, con pannelli che permettono di leggere e ascoltare alcune poesie di Spartaco Rossi.

Il libro “Gòss in firégna. Tutte le poesie di Spartaco Rossi”, corredato da un CD e da un repertorio lessicale e fraseologico può essere richiesto alla Cancelleria Comunale di Biasca o alla Libreria Ecolibro sempre di Biasca.

Sono ospiti:
Guido Pedrojetta
e Daniele DellAgnola