Matt come un cavall

Con l’allieva Isabella Visetti e il maestro Nicola Ferretti

  • Condividi
  • a A

Matt come un cavall” è l’ultima canzone di Ariel Niggli compositore, musicista e produttore di Losone, una delle prime in dialetto. Dopo aver iniziato a suonare il pianoforte a 8 anni, essersi cimentato con molti strumenti musicali, aver suonato e prodotto musica di generi molto diversi, Ariel sta realizzando in questi mesi il sogno cullato da decenni di scrivere canzoni in dialetto.

La definizione di “cantautore alternativo” gli piace e mette al servizio del cantautorato in dialetto la vasta esperienza raccolta in una carriera musicale sorprendente. Nel 1990 ha fondato “Sphera”, un gruppo di musica elettronica; con “GioAri”, in collaborazione con il docente di geografia Giovanni Simona, ha prodotto musica rilassante e d’ambiente, registrando i suoni della natura.

Il progetto dove troveranno casa le canzoni e la creatività musicale in dialetto si chiama Balladrum, un nome che evoca radici celtiche e indica un luogo energetico sopra Losone, un terrazzo da cui si gode una vista meravigliosa sul lago Maggiore. Compagno di questa avventura è Lorenzo Sonognini, già direttore della Fondazione Monte Verità, qui nelle vesti di cantante, ma anche autore delle parole di “Co boi”, brano che racconta la storia di suo nonno partito dalla valle Verzasca per fare il cowboy in California.

Ospite: Ariel Niggli