Museo Onsernonese

Con l’allieva Isabella Visetti e il maestro Nicola Ferretti

domenica 27/08/17 13:05
Museo Onsernonese, Dialett in sacocia 27.08.2017

Proseguono le lezioni del corso estivo di Dialett in sacocia, oggi l’allieva Isabella Visetti e il maestro Nicola Ferretti sono a Loco, alla sede del Museo Onsernonese in casa De Giorgi. Una lezione per scoprire un oggetto molto particolare conservato in questo museo e che c’è solo in valle Onsernone perché è legato all’economia della paglia.

Il curatore del Museo Onsernonese Mattia Dellagana ci presenta infatti il “discergnín”, attrezzo utilizzato per selezionare gli steli di paglia da usare per confezionare la “binda”, la treccia di paglia che poi veniva utilizzata per fabbricare cappelli, borse e altri oggetti.

Graziella Dellamora, discendente di una famiglia specializzata nella lavorazione della paglia, racconta nell’autentico dialetto di Loco, del Léch, come funzionava la creazione della “binda”, la treccia di paglia che risultava intrecciando gli steli dello stesso diametro, da qui l’importanza del discergnín. In base al diametro degli steli, si ricavano trecce di forme e spessori diversi che servivano poi per creare i vari oggetti.

La nonna di Graziella Dellamora andava a vendere i suoi cappelli di paglia nel Nord Italia, soprattutto nei mercati in Piemonte, ma anche nella Svizzera francese. Un segno nel paesaggio dell’Onsernone di questa importante attività economica è rimasta nei molti terrazzamenti sostenuti da muretti a secco dove veniva coltivata la segale, la “sea”, da cui si ricavava la paglia.


Ospiti: Mattia Dellagana e Graziella Dellamora

Previsioni: arriva una serata per riflettere sui cambiamenti climatici...

Seguici con
Altre puntate