(@Archivi RSI)

Francesco Guccini e i suoi 80 anni

A cura di Herbert Cioffi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Ci si prepara agli 80 anni di Francesco Guccini, un artista macerato nella sua maturità, uno di quelli che sa cantare i profumi delle osterie e la storia degli esseri umani. Un filosofo sempre giovane, che non ha mai avuto paura di esprimere tutto se stesso, conservando un carisma che ha finito per condizionare molte generazioni successive di cantautori.

Poi la novità che esce dal cilindro di Diodato, che ci racconta il desiderio di una nuova estate. Premiato, riconosciuto universalmente come un'ottimo esponente della musica italiana, Antonio prosegue il suo percorso con le idee molto chiare.

Concluderemo parlando di De Andrè e della Pfm, perché dopo il docufilm del famoso concerto degli anni '70, ricostruito grazie ad un amatore, ecco arrivare il cofanetto, corredato di tutto ciò che serve a raccontare uno dei momenti più incredibili e visionari della musica italiana.

Il tutto però non prima di aver raccontato l'opinione di Max Gazzè sui live, che si discosta di molto rispetto a quella dei suoi colleghi, anche perché quest'estate lui ci sarà. Ed allora ascolteremo una sua chicca, che definirei quasi epica e dal contenuto romantico ed unico, ciò che solo lui poteva mettere in musica.