Orietta Berti e quel suo essere semplice e intonata

Con Herbert Cioffi

  • Condividi
  • a A

Una delle vincitrici morali del 71° Festival di Sanremo, per il suo essere semplice, genuina e autentica.
La novità del maturo Mahmood, che torna con la cicatrice di Inuyasha, complesso brano dall'esito certo e intenso, che denota un bell'uso della sua proprietà vocale e di come sia stato fautore di un genere musicale tutto suo.
Chiuderemo parlando del compleanno di Bobby Solo, della sua faccenda relativa ai diritti d'autore, dell'origine del suo nome e del suo Rock'n roll, perché senza lui, sarebbe mancato tutto un pezzo di musica italiana e di cantanti col ciuffo.
Esce poi a fine marzo il libro di Max Pezzali.
Il cantante, ex membro fondatore degli 883, è in effetti tra le personalità del mondo della musica più influenti degli anni ’90.
Ma non è tutto, c'è la chicca ovviamente.
E' di Jovanotti; un pezzo molto profondo del 1997 contenuto nell'album l'albero.
Testo ispirato ad un libro che propone la soluzione a tutta sull'indeterminatezza di quando transita dall'età' della spensieratezza a quella della maturità.