Un'inaspettata voglia di leggerezza

Oggi in onda con Patrizia Insabato

  • Condividi
  • a A

"Sono Patrizia, cittadina di Chiasso fin dalla nascita, figlia di immigrati pugliesi approdati in terra elvetica negli anni 70.
Nata con una formazione commerciale dopo 15 anni di lavoro nel settore fiduciario, 5 anni fa ho avuto l’opportunità di lanciarmi in una nuova sfida lavorativa presso l’USI all’interno delle risorse umane. Mi sono dovuta un po’ improvvisare, ma ho anche avuto la fortuna di poter continuare la mia formazione approfondendo dei temi di attualità inerenti la mia attività lavorativa.
Tendenzialmente pigra e un po’ abitudinaria, quando si tratta di attivarmi cerco di darmi una scrollata e di andare avanti. Ho sempre pensato di essere una persona fortunata. Nei momenti più difficili sono sempre stata graziata. In gioventù bella introversa e pesantona, con l’arrivo degli anta mi è arrivata un’inaspettata voglia di leggerezza.
Credo negli affetti sinceri e nel potere lenitivo della musica e del cibo.
A 7 anni ho iniziato a strimpellare il piano spinta da un maestro supremo che era mio fratello. Aveva il tocco magico di Chopin e da quel momento la musica mi ha sempre dato grandi gioie. Ascolto tendenzialmente musica pop e jazz e quando ne ho la possibilità assisto a concerti dal vivo. I più belli che ricorderò per tutta la vita Michel Petrucciani al Teatro Sociale di Como, Keith Jarrett all’Arena di Verona e Adele anch’essa all’Arena di Verona e a Wembley. Stando sul genere italiano ho visto due volte Tiziano Ferro a San Siro e l’impatto di un grande stadio è sempre emozionante.Il cinema è un altro bel capitolo. Dopo la musica o a pari merito c’è il cinema.
Quando le finanze me lo permettono cerco di concedermi il lusso di viaggiare e visitare posti nuovi o di tornare in posti che amo da sempre. Il mare fa proprio parte di me tant’è che non disdegno il mare d’inverno dove la mia vena un po’ più malinconica riesce a prendere piede senza intralci.Citazione preferita: Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ne ha una volta sola. (P. Borsellino)"

La media voto di Patrizia: 5,68

 

Anche gi ascoltatori, oltre a divertirsi con noi e a stimolare il "test in diretta" con messaggi e suggerimenti, potranno vincere un premio, una Radio DAB+. Come? Basterà votare il concorrente in gara e ogni settimana, tra tutti coloro che avranno votato per il vincitore, sarà estratto il premio.

Come votare?
Ascolta ogni giorno i talenti in gara ed esprimi il tuo giudizio durante il programma (dalle 13 alle 14) con una nota da 1 a 6 (1 il minimo e 6 il massimo). Puoi votare via WhatsApp (messaggio scritto allo 079 873 98 25), via sms (da inviare al numero 955 con prima parola rete1) oppure sul post quotidiano di Facebook.