C'era una volta l'orto e c'è ancora

A cura di Loriana Sertoni e Massimo Scampicchio

domenica 08/04/18 14:05
Orto, Giardinaggio, Vanga, Lattuga, Cibo biologico, Vegetazione, Fattoria, Cibo, insalata, terra C'era una volta l'orto e c'è ancora (Prima parte)

 

La natura non fa nulla di inutile
(Aristotele)

Coltivare la terra aiuta a tenersi in forma, accentua la capacità di sviluppare calma e pazienza, la filosofia della lentezza diventa parte integrante dei nostri gesti e del nostro essere. L’orto può essere considerato sotto diversi aspetti... ed è proprio dall’orto che insieme a Roberto Bernasconi, poeta e autore di casa nostra, partiremo per un viaggio letterario e storico.

Forse molti conoscono il mito di Prometeo e di come egli donò il fuoco agli uomini, ma sapete come sono nati gli aculei sui ricci delle castagne? Bisogna andare nella Valle del Vedeggio, dove c'erano una volta… il resto della storia ce la racconta Andrea Jacot Descombes, antropologo e raccontastorie.

Non mancherà la musica popolare d'oltralpe con alcuni frammenti della sorella RTS "iosque a Musiques" con Jean-Marc Richard, dalla “Salle polyvalente de Châteauneuf-Conthey.

A fare da fil rouge al nostro appuntamento domenicale, ci sarà il nostro  gioco, in cui il pubblico a casa dovrà indovinare una località della Svizzera Italiana sulla base di tre fotografie pubblicatE sulla pagina web della Finestra Popolare. Il vincitore si porterà a casa una bella radio dab!

 

Guarda che luna!

Seguici con
Altre puntate