Il bancario Robin Hood

a cura di Guido Piccoli

domenica 03/03/19 20:30
Euro, cent, Valuta, omino legno Il bancario Robin Hood, 03.03.19

Infrangere le leggi per fare del bene è cosa più unica che rara. È successo nel profondo sud, a Riace, dove si sono usati cavilli giuridici per stroncare un esempio di accoglienza dei migranti, che disturbava la linea politica sul tema, dominante in Italia. Ma è capitato anche nel nord-est, rimanendo però quasi ignorato. Eppure, il reato in questo caso c’è, ed è anche notevole. In un paesino del Friuli un direttore di banca ha trasferito quasi un milione di euro dai “ricchi” (dai correntisti più danarosi e dalle casse della stessa banca) ai “poveri” per permettere loro di accedere a prestiti e mutui. E l’ha fatto senza mettersi un solo euro in tasca. La vicenda è durata sette anni, fino a quando il funzionario non è stato scoperto, processato, condannato e privato non solo del lavoro, ma anche della casa e della fiducia di molti suoi compaesani. Nel “Laser” di Guido Piccoli, l’ormai ex direttore di banca Gilberto Baschiera, ora disoccupato anche se libero, racconta per la prima volta ai microfoni come e perché si è voluto trasformare in un moderno Robin Hood. Accanto a lui il suo avvocato Roberto Mete, la giornalista friulana Luana de Francisco e il consulente aziendale e scrittore Vincenzo Imperatore che, descrivendo il sistema bancario italiano, spiega come sia potuto succedere una storia del genere, straordinaria, bizzarra e appunto “più unica che rara”. 

 

Le storie di Storie: La sosta

Seguici con