(iStock)

I cani da pastore conduttori e gli animali in guerra

Con Lara Montagna

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
 

Questi cani si sono resi necessari quando la pastorizia ha dovuto convivere con l’agricoltura. Detti anche “paratori “sono assai differenti sia morfologicamente che per attitudini comportamentali dai cani per la protezione.

Guidano il bestiame e lo condurlo attraverso spazi delimitati come strade, percorsi ai margini di campi coltivi o stretti sentieri di montagna. Questi cani instaurano con l’uomo un rapporto molto stretto e sono al suo servizio, sempre pronti all’azione per eseguire gli ordini impartiti. Sono animali coraggiosi pieni di attività e iniziativa individuale.

Il risultato del lavoro di un cane da pastore dipende da un trinomio importante: uomo, cane e bestiame (pecore, bovini, capre, ecc.) Ne parleremo insieme a Dario Ferrario, istruttore ed educatore della Scuola d’interazione uomo animale e ci collegheremo con il medico veterinario Alberto Stern, che insieme ai suoi Border Collie ogni anno riceve premi a livello internazionale nello Sheepdog, una disciplina ormai diffusa e praticata in tutto il mondo.

A parlarci del documentario che ci proporrà il Filo della Storia giovedì 12 e 19 dicembre su LA1 alle 22:35 avremo Silvana Bezzola Rigolini, produttrice RSI. Un documentario diviso in due puntate sul rapporto uomo-animali in guerra.

In studio anche Antonella Volonterio, la Signora dei libri, per gli ultimi consigli librari prima del Natale. Questa sarà l’ultima puntata del programma per questo 2019. Arrivederci a sabato 11 gennaio 2020. Per info e domande: lacasadeglianimali@rsi.ch