Dalle carenze linguistiche degli studenti universitari al lessico del Carnevale

Con Antono Bolzani

martedì 21/02/17 13:00
studio, non capire testo, italiano Dalle carenze linguistiche degli studenti universitari al lessico del Carnevale, La consulenza 21.02.17

Il lessico del carnevale è tra i temi che spicca nella trasmissione odierna, nella quale rispondiamo, come sempre, anche alle vostre domande, alle vostre curiosità e ai vostri dubbi sull’italiano scritto e parlato. Ad esempio, da dove deriva e in che contesti si può usare il verbo inzibire? Il sommario è ricco di spunti: quali e quanti strumenti linguistici di base si trovano nel bagaglio di conoscenze e di competenze degli studenti universitari italiani? La domanda ci permette di ritornare sull’appello lanciato recentemente dal “Gruppo di Firenze per la scuola del merito e della responsabilità”, sottoscritto da un migliaio di docenti universitari, in cui si legge che “è chiaro ormai da molti anni che alla fine del percorso scolastico troppi ragazzi scrivono male in italiano, leggono poco e faticano a esprimersi oralmente. Da tempo i docenti universitari denunciano le carenze linguistiche dei loro studenti (grammatica, sintassi, lessico), con errori appena tollerabili in terza elementare. Nel tentativo di porvi rimedio, alcuni atenei hanno persino attivato corsi di recupero di lingua italiana”. Dalla lingua parlata e scritta dai giovani al gergo giovanile con le sue espressioni, i suoi vocaboli e i suoi modi di dire, tra passato e presente: ci occupiamo nuovamente di questo linguaggio per capire la sua evoluzione. Ad esempio cosa significa e da dove viene il verbo “sclerare”? Con il Professor Giuseppe Patota ci addentriamo poi nel suo Radiobolario e vi diciamo tutto sulle parole “distanza” e “disordine”.

Ospiti:
Gerry Mottis
, docente di italiano alle Scuole Medie di Roveredo Grigioni e scrittore
Prof. Giuseppe Patota, docente di Linguistica italiana presso l’Università di Siena-Arezzo, accademico corrispondente della Crusca e socio corrispondente dell’Accademia dell’Arcadia
Prof. Edoardo Lombardi Vallauri, docente di linguistica e glottologia all’Università degli Studi Roma Tre

 

Guarda che luna!

Seguici con
Correlati