Guardare e capire noi stessi e il mondo attraverso le parole della poesia

Con Antonio Bolzani

martedì 13/03/18 13:00
Guardare e capire noi stessi e il mondo attraverso le parole della poesia

Capire noi stessi e il mondo attraverso le parole della poesia: ma quali e quante sono queste parole, come vengono trasformate in versi e quale forza hanno?

In evidenza oggi il linguaggio della poesia: le parole che si usano “pesano” e vanno quindi adoperate sapientemente e con cognizione di causa. A questo proposito un poeta ci spiega come si costruisce, vocabolo dopo vocabolo, una poesia e a cosa, a chi, quando e perché serve. La poesia è un modo di guardare il mondo, esprimendo stati d’animo ed emozioni differenti e trovando sempre dei significati inimmaginabili o che nessuno ha mai trovato.

Nel sommario della consulenza linguistica troviamo, come sempre, sia le risposte alle vostre domande e ai vostri dubbi sull’italiano parlato e scritto sia il “Radiobolario”: oggi, nella rubrica attorno e dentro un’infinità di parole, ci occupiamo del vocabolo “fotografia”.

Ospiti:
Gerry Mottis, docente di italiano alle Scuole Medie di Roveredo Grigioni e scrittore
Roberto Bernasconi, scrittore e poeta
Prof. Giuseppe Patota, docente di Linguistica italiana presso l’Università di Siena-Arezzo, accademico corrispondente della Crusca e socio corrispondente dell’Accademia dell’Arcadia

I Mondiali alla RSI

Seguici con
Altre puntate