Le parole dell’amore: il topos del cibo

Con Isabella Visetti

martedì 07/01/20 13:00
Pane della Valle Maggia Le parole dell’amore: il topos del cibo

Sei buono come il pane, dolce come il miele, tenero come il burro… Nella letteratura e anche nella cultura occidentale il paragone tra cibi succulenti e l’amata o l’amata, ma anche tra il cibarsi e l’amare è un motivo ricorrente, un luogo comune utilizzato nel dichiarazioni d’amore sia nella lingua alta, sia in quella più colloquiale. 

Ce lo ricorda Mattia Pini, autore del libro “Firmati col mio nome” (Mimesis Edizioni), un’analisi del linguaggio passionale nelle lettere d’amore del novecento italiano. 

Il confronto tra passione e cibo le si ritrova in diversi testi letterari, nelle lettere d’amore di personalità della cultura italiana, ma anche in diverse opere d’arte, nella pubblicità, in molti film e in tante canzoni della tradizione canora italiana. 

Ospiti:
Mattia Pini,
docente di italiano, ricercatore, autore di "Firmati col mio nome" Mimesis Edizion
Herbert Cioffi, conduttore radiofonico e autore di “Emozioni”, rubrica di Rete Uno dedicata alla musica italiana

Wilder

Seguici con