safezone.ch (© Infodrog / RADIX 2017)

Sostanze e dipendenze, quando l’aiuto e il sostegno arrivano via e-mail e via chat

Con Antonio Bolzani

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Sostanze, dipendenze e comportamenti problematici: in Svizzera esiste una consulenza personalizzata e gratuita tramite posta elettronica o chat individuale. SafeZone.ch è in effetti un portale web per la consulenza online sulle dipendenze per persone con problemi di dipendenza o consumo e uso problematico, per le persone loro vicine, per professionisti e per tutti gli interessati. Le offerte di consulenza di SafeZone.ch sono gratuite e anonime. Dopo il successo della fase pilota, SafeZone.ch ora fa parte dell'offerta d'aiuto nell'ambito delle dipendenze. La valutazione ha mostrato che gli obiettivi fissati sono stati raggiunti. Sapendo che gli esperti offrono consulenze personalizzate, gli utenti non esitano ad aprirsi e ad affrontare delle questioni intime. La rete è costituita da 41 esperti provenienti da varie istituzioni che operano in 19 Cantoni. SafeZone.ch è un servizio complementare a quelli esistenti. Permette a coloro che non se la sentono di rivolgersi a uno specialista in un colloquio faccia a faccia di entrare in contatto con un professionista. Per molti utenti del sito la consulenza via mail è un primo tentativo di chiedere aiuto. Il sito non si rivolge soltanto a chi ha problemi di dipendenza, ma anche ai loro familiari. Spesso a chiedere consiglio è qualcuno preoccupato per il proprio partner o un genitore in ansia per i propri figli. Se da un lato le domande riguardano le sostanze, come alcol, canapa, cocaina, anfetamine o ecstasy, dall’altro vengono affrontati regolarmente anche i problemi comportamentali, come il consumo di pornografia, il gioco d’azzardo o gli acquisti compulsivi. Nella trasmissione odierna facciamo il punto su questo servizio di consulenza online sulle dipendenze, spiegando come, quando e perché ci si può rivolgere agli esperti di SafeZone.ch.

Ospiti:
Lucia Galgano
, collaboratrice scientifica di Infodrog
Anna Maria Sani, responsabile del Gruppo Azzardo Ticino-Prevenzione
Paolo Pietrini, operatore sociale di Antenna Icaro
Dario Gennari, responsabile di Ingrado, cura alcolismo

 

Per saperne di più:

SafeZone.ch