(iStock)

Una patente per diventare genitori? Consigli ai papà e alle mamme

Con Antonio Bolzani

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Quando una famiglia deve confrontarsi con delle difficoltà e necessita di sostegni e di aiuti proprio perché si trova in una situazione di vulnerabilità, spesso non sa a chi rivolgersi. Quando poi ci sono dei minorenni che devono essere protetti, occorre entrare in contatto con delle autorità, siano esse di protezione amministrativa o protezione giudiziaria; per questo motivo le famiglie devono essere informate e orientate riguardo ai rispettivi ruoli e compiti delle istituzioni. Siccome talvolta le decisioni risultano di difficile comprensione ai non addetti ai lavori, nel programma odierno desideriamo spiegare quali sono e cosa fanno gli enti, le associazioni e le istituzioni presenti sul territorio, un’ampia offerta per le famiglie che hanno bisogno di ritrovare la loro autonomia. Ci occupiamo anche della collaborazione tra queste associazioni e le istituzioni politiche, amministrative e giudiziarie, chiedendovi, inoltre, se secondo voi, prima di diventare genitore, bisognerebbe seguire un corso ed ottenere una patente. Anche perché oggi essere genitore ed essere figlio risulta più complicato e diverso rispetto ad una volta.

Ospiti:
Rudy Novena, coordinatore del Forum Genitorialità
Mara Foppoli, psicoterapeuta
Andrea Milio, coordinatore dell’ATFA, l’Associazione Ticinese Famiglie Affidatarie
Myriam Caranzano-Maître, direttrice dell’ASPI, la Fondazione della Svizzera italiana per l'Aiuto, il Sostegno e la Protezione dell'Infanzia