C’era una volta l’Asian Underground

Con Gian Luca Verga

  • Condividi
  • a A

Alla fine degli anni ’90 del secolo scorso, in Inghilterra, i figli della prima grande immigrazione dal subcontinente indiano compiono un’operazione artistica davvero significativa iniettando il loro DNA nei suoni e nelle estetiche musicali di allora. Il risultato è la nascita dell'"Asian Underground" o "Asian Beat". Il terreno era fertile, era concimato da tempo.

La comunità angloindiana era capillare sul territorio britannico e sempre più integrata. Lo testimoniano oltre alla musica anche la cinematografia, la letteratura, la gastronomia. Tutto era pronto per l’esplosione dell’“Asian Underground” che travolge le piste da ballo, i festival, la pubblicità, la discografia di allora, i festival; con le sue molteplici declinazioni.