Più gentilezza nella Silicon Valley

a cura di Michela Daghini

  • Condividi
  • a A

Uno sguardo alla nostra interazione con le realtà che coinvolgono l’intelligenza artificiale, dagli assistenti vocali come Alexa e Siri, a quelle proposte nel gaming - i videogames sono un giro d’affari immenso su scala planetaria - ma anche il mondo del Metaverso, dimensione utopica e grande opportunità di business. E poi c’è Prospera, l’isola di ultra lusso in Honduras staccata da tutto, con altissima connessione e con leggi proprie affidate a un’azienda americana, dove la parte più facoltosa dell’umanità si può rifugiare. Uno sguardo ai vantaggi di questi nuovi scenari ma anche alle insidie, che sono dietro l’angolo. Molti ricorderanno la ricerca pubblicata nel 2019 dall’Unesco, secondo cui le voci femminili preimpostate degli assistenti vocali digitali rafforzerebbero gli stereotipi della donna sottomessa e accattivante anche quando vengono rivolte domande inopportune o allusive. I ricercatori infatti evidenziano le potenziali implicazioni negative a lungo termine soprattutto nei bambini, che crescono interfacciandosi con questo tipo di macchine. Cerchiamo allora di esplorare alcuni aspetti dei grandi cambiamenti che l’AI porta nella nostra società. Come tutti i processi innovativi, hanno valenza positiva solo se indirizzati a un progresso autenticamente umano. Secondo l’ingegnere e filosofo francescano Paolo Benanti, esperto di innovazione e Digital age, la filosofia della Silicon Valley avrebbe bisogno di uno sguardo più femminile e più gentile, per orientare l’innovazione con processi più attenti, sensibili e rispettosi. È questo il punto di partenza della discussione nelle Tre case, con Paolo Benanti appunto, e con l’antropologa Veronica Barassi, Professoressa ordinaria in Scienze della Comunicazione all'Università di San Gallo e autrice di importanti studi pubblicati su AI e bambini (Child data citizen, per MIT Press e I figli dell’algoritmo, per Luiss University Press) che sta attualmente lavorando a un progetto sui giocattoli operati da AI e voce.