(iStock)

Tipi Atipici

Con Sarah Tognola

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
 

Si chiama alto potenziale cognitivo, una capacità cognitiva eccezionalmente superiore alla media. Interessa circa il 2% dei bambini e dei ragazzi ed è un dono da non sottovalutare perché se non considerato seriamente può trasformarsi in disagio.

Nella Svizzera italiana dal giugno del 2016 esiste l’ associazione, “Filo di seta” con lo scopo di sostenere i bambini ad alto potenziale cognitivo e le loro famiglie.

Ma parliamo di un limite o di una risorsa? È la domanda che avrebbe dovuto inaugurare il convegno intitolato, “Tipi Atipici: tra eccezionali talenti e inaspettate vulnerabilità”, in programma il 21 marzo ma annullato per le ragioni che conosciamo. Abbiamo comunque deciso di lasciarci ispirare da un evento che non ci sarà per entrare in mondi che oscillano “funambolicamente tra doti straordinarie e profonde fragilità”, proprio come racconta “quel” filo di seta…

Ospiti in studio:
Anna Galassetti
, presidente dell’Associazione Filo di seta
Matteo Luigi Piricò, docente
Silvia Rovati, mamma di un bambino plusdotato

Ospiti tramite collegamento telefonico:
Piera Malagola, psicologa
Claudia Jankech, psicologa e psicoterapeuta