200 anni fa il Congresso di Vienna. Nasce la nuova Svizzera

Con Alessandro Bertellotti

martedì 10/03/15 11:10

 

200 anni fa Vienna ospitò per mesi le grandi potenze d'Europa, dopo la sconfitta di Napoleone.
Nel corso del Congresso di Vienna venne ridisegnato l'assetto del Vecchio Continente.
Per i buoni uffici della Russia zarista, per il nostro Paese il congresso significò il riconoscimento dello statuto di paese neutrale. Ma non solo. Da quelle lunghe trattative nacque la nuova svizzera, con le dimensioni  geografiche definitive che conosciamo. Un paese di pace. "La Svizzera ridisegnata. Da Napoleone al Congresso di Vienna" è il titolo di una mostra che verrà inaugurata il 13 marzo al Castello di Prangins.
Mostra curata da Marco Jorio, già direttore del Dizionario storico della Svizzera, ospite, con lo storico Marco Marcacci


Quale significato riveste oggi la neutralità per la Svizzera? E' un valore irrinunciabile o nel tempo della globalizzazione e delle sempre più strette relazioni internazionali si può considerare uno statuto superato dagli eventi?

Con l'analisi storica e testimonianze legate al nostro tempo, a Millevoci si cercherà di mettere a fuoco il concetto di neutralità.

Un'estate con la RSI

Seguici con
Altre puntate