Addio ai capi e ai manager: si va verso un appiattimento delle gerarchie aziendali?

Con Antonio Bolzani

mercoledì 22/05/19 11:05
ufficio senza capo Addio ai capi e ai manager: si va verso un appiattimento delle gerarchie aziendali?, 22.05.19

Le normali e tradizionali gerarchie aziendali sono messe in discussione da diverse piccole e grandi aziende, come ad esempio la Freitag e la Novartis: tra gli obiettivi di questo appiattimento gerarchico spiccano quello di ridurre i capi e quello di incoraggiare i dipendenti ad assumersi maggiori responsabilità personali e ad innovare, sfruttando così nel migliore dei modi il loro potenziale sul piano delle prestazioni. Gli obiettivi da raggiungere non dovrebbero più arrivare dall’alto ma dovrebbero essere fissati di comune accordo, affinché il processo decisionale non scorra dall’alto verso il basso ma che sia e diventi una procedura che possa coinvolgere tutto il personale e i cosiddetti “sottoposti”. Se si è dunque ben motivati i manager non servono più: si spostano, insomma, le competenze decisionali sempre più dai capi ai normali dipendenti. Di queste trasformazioni professionali e di questa evoluzione “filosofica” nell’approccio al lavoro, ci occupiamo a Millevoci, riflettendo sulle organizzazioni aziendali odierne; sul ruolo dei capi; sulle gerarchie aziendali; e sui rapporti interni tra il personale, i quadri e la “linea”.

Ospiti:
Stéphane Pellegrini, presidente dell’Associazione HR Ticino e direttore della Divisione Risorse Umane del Dicastero Istituzioni della città di Lugano
Andrea Martone, professore aggiunto presso il Dipartimento scienze aziendali e sociali della SUPSI
Alessandra Alberti, direttrice della storica fabbrica di cioccolato Chocolat Stella di Giubiasco
Morena Ferrari Gamba, fondatrice, partner senior e consulente per il personale della LWP Ledermann, Wieting & Partners, azienda di ricerca e di selezione di risorse umane

Ogni giovedì in prima serata: Falò

Seguici con
Altre puntate