Al WEF di Davos, tra chiusure e speranze

Con Nicola Colotti

venerdì 26/01/18 11:05
edizione World Economico Forum, Davos Al WEF di Davos, tra chiusure e speranze, 26.01.18

L’élite economica, politica, imprenditoriale mondiale si è ritrovata a Davos per il 48.mo World Economic Forum. L’ospite più atteso, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, è giunto nella località grigionese dopo aver superato la crisi dello shutdown dell’amministrazione USA che aveva messo in forse la sua presenza. Al WEF sono stati invitati una settantina di capi di stato e di governo. Tra questi Emmanuel Macron, Theresa May e Angela Merkel, senza dimenticare i rappresentanti del governo svizzero con 5 Consiglieri federali. Tra speranze per una solida ripresa economica globale e incertezze su come creare "un futuro condiviso in un mondo lacerato”, si vorrebbe che dal WEF giungessero ogni anno risposte concrete a problemi globali non solo finanziari ma anche sociali. Non facile, soprattutto quando le diverse aree economiche del mondo rivendicano interessi contrastanti rispolverando persino vecchi fantasmi protezionistici.

Ospiti:
Lino Terlizzi
, editorialista economico e già vicedirettore del Corriere del Ticino
Giovanni Barone Adesi, professore ordinario di teoria finanziaria alla Facoltà di Economia dell'USI di Lugano

Siamo la Svizzera: uniti nella diversità

Seguici con