Homo turisticus: Ovvero, l’evoluzione della vacanza

Con Nicola Colotti

lunedì 06/07/15 11:10

 

Partendo da due parole come turismo, che implica il “giro” che ci riporta al punto di partenza e vacanza, che porta in sé il concetto di assenza, proviamo a riflettere sul senso dell’andare via verso un luogo “altro” per una villeggiatura o un viaggio di piacere. Il mondo globalizzato ha cambiato, ampliandolo, il concetto stesso di vacanza e di viaggio accorciando le distanze e modificando le percezioni soggettive anche attraverso le tecnologie digitali. Prima che fisicamente, oggi possiamo viaggiare virtualmente (prima, durante e dopo il viaggio stesso). Ma cosa conserva l’Homo turisticus (espressione di D. Canestrini) dei nostri giorni rispetto al viaggiatore romantico del passato? Come si è trasformato il senso stesso dell’essere in vacanza, cioè assenti dal luogo dove siamo soggetti economicamente produttivi?

 

Ospiti:
Duccio Canestrini
, antropologo e sociologo del turismo, docente universitario
Elena Marchiori, docente, direttrice del laboratorio di webatelier della Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’USI di Lugano, esperta di eTourism

Diversamente serio, diversamente Borotalk

Seguici con
Altre puntate