Il senso della bellezza al CERN, tra arte e particelle

Con Nicola Colotti

venerdì 13/04/18 11:05
Server Cern Il senso della bellezza al CERN, tra arte e particelle, 13.04.18

Nasce da una collaborazione tra Amka Films e la RSI, in coproduzione con Ameuropa e RAI Cinema il film-documentario firmato dal regista Valerio Jalongo in uscita oggi nelle sale della Svizzera italiana col titolo “CERN - Il senso della bellezza”.

E di bellezza ce n’è tanta in queste immagini, non soltanto quelle che mostrano la grandiosità e la complessità ingegneristica della grande “macchina” del CERN, con il suo tunnel circolare di 27 km tra Svizzera e Francia e i suoi grandiosi rilevatori costruiti a 100 metri di profondità lungo l’anello dell’LHC. C’è anche la bellezza delle improbabili geometrie disegnate dagli scontri di particelle ad altissime energie che diventano fonte di ispirazione artistica vera e propria.

“CERN - Il senso della Bellezza” è un omaggio all’ingegno umano nelle sue manifestazioni scientifica, tecnologica e artistica. Ecco perché ad accompagnarci verso i limiti della fisica conoscibile - e quindi verso la scoperta delle più fondamentali leggi della natura - sono alcuni eminenti fisici (tra cui la direttrice del CERN Fabiola Gianotti) e una dozzina di artisti che attraverso i linguaggi più diversi cercano di dare una forma a quei fondamenti della materia che ancora potrebbero celarsi negli esperimenti condotti al CERN.

Ospiti:
Valerio Jalongo, regista del film “CERN – Il Senso della bellezza
Maria Bonzanigo, co-autrice delle musiche della colonna sonora del film
Gian Francesco Giudice, Direttore del Dipartimento di Fisica teorica al CERN
Nicola Venturi, ricercatore nel gruppo ATLAS del CERN

 

Maria Bonzanigo e Valerio Jalongo

  Maria Bonzanigo, Valerio Jalongo e Nicola Colotti

 

Estate 2018

Seguici con