(iStock)

Macchine elettriche: boom tra luci ed ombre

Con Roberto Antonini

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
 

Sul totale delle immatricolazioni i numeri sono ancora limitati. Ma la crescita è esponenziale. Sia in Svizzera sia in diversi paesi europei. A seguire le tracce di Tesla, ormai quasi tutte le grandi marche automobilistiche mondiali. In Svizzera l’obiettivo fissato dalla Confederazione per le auto elettriche e le ibride ricaricabili, 15% del parco veicoli nel 2022, sembra del tutto realistico. Anche perché il calo delle vendite delle macchine dovuto al Covid-19 si registra unicamente per i veicoli a combustione classica. In Germania come in Svizzera la vendita di macchine elettriche ha registrato un’impennata raggiungendo il 7% delle nuove immatricolazioni. Ma le macchine elettriche possiamo considerarle davvero ecologiche? La tecnologia è a punto? Che dire degli incedi registrati su alcuni modelli? E qual ‘è la politica della Confederazione.

Dibatti molto attuale al quale partecipano diversi ospiti del settore privato e pubblico:

Ilaria Besozzi, Protoscar, consulenza sulla strategia per le infrastrutture di ricarica
Claudio Caccia, ingegnere STS Svizzera Energia, consulente energetico
Ivan Campari, Associazione delle Consumatrici della Svizzera Italiana (ACSI)
Laurent Pignot, TCS