Mutamenti climatici e diritti umani, un binomio sempre più stretto?

Con Nicola Colotti

mercoledì 03/04/19 11:05
mutamenti climatici, CO2, Ambiente, Anidride carbonica, Atmosfera, industrie, inquinamento Mutamenti climatici e diritti umani, un binomio sempre più stretto?, 03.04.19

Che legame c’è tra i mutamenti climatici e la salvaguardia dei fondamentali diritti umani universali? In un’epoca di contaminazioni (e spesso di confusione) delle interpretazioni e delle analisi dei problemi del mondo in cui viviamo la domanda è lecita e al tempo stesso stimolante.

L'incontro con la consulente e responsabile per le politiche sui mutamenti climatici e i diritti umani presso il segretariato internazionale di Amnesty International a Londra che si terrà a Lugano, allo Spazio 1929, il prossimo 9 aprile ci offre l’occasione per affrontare il tema con una prospettiva ampia che potremmo definire “geo-ecologica”.

Chiara Liguori ha una lunga esperienza internazionale anche in seno alle Nazioni Unite e si occupa da anni di questi temi che implicano un approccio multidisciplinare. Dalle catastrofi di sempre maggiore intensità, come uragani e inondazioni, all’estendersi delle regioni aride a causa della siccità e della penuria d’acqua le conseguenze per intere popolazioni sono pesanti sotto ogni punto di vista. In contesti geografici spesso già fragili per ragioni storiche e politiche il surriscaldamento climatico mette intere popolazioni a rischio costringendole ad emigrare per sopravvivere e non a subire ogni sorta di privazione. Fino alla negazione stessa dei basilari diritti umani.

Sarà dunque l’acqua (la sua abbondanza in certe regioni del mondo e la sua penuria in altre) una delle principali cause degli squilibri futuri a livello mondiale? Studiosi come Alessandro Leto che da anni si occupa del tema a livello internazionale cercano di sensibilizzare il mondo accademico e soprattutto politico sulla necessità di soluzioni globali condivise per evitare il peggio. I

l dialogo tra chi si occupa di Diritti umani e mutamenti climatici e chi ha creato una piattaforma internazionale di riflessione che si chiama proprio “Water Academy” ci aiuterà a rispondere alla domanda iniziale. Tra mutamenti climatici e rispetto dei fondamentali diritti umani universali un legame c’è ed è molto più stretto di quanto non appaia.

Ospiti:
Chiara Liguori, responsabile per le politiche sui mutamenti climatici e i diritti umani presso il segretariato internazionale di Amnesty International a Londra
Alessandro Leto, già professore di Geografia e Sviluppo Sostenibile all'Università di Roma Tor Vergata e cofondatore della “Water Academy” di Lugano

In pericolo sul Cervino

Seguici con
Altre puntate