Visioni antiche

Con Sarah Tognola

martedì 13/03/18 11:05
Interno pompeiano di Luigi Bazzani, Roma, 1882 , Olio su pannello in legno Visioni antiche

Un viaggio nel trapassato remoto, in quell’antichità che ha avuto influenza pionieristica nella disciplina archeologica. Sono gli unici siti archeologici al mondo in grado di offrire al visitatore le tracce fedeli di una città romana risalente al I sec a.C. dopo una terribile eruzione del Vesuvio.

Per sottolineare i 280 anni dalla scoperta di Ercolano e i 270 anni da quella di Pompei, il m.a.x museo di Chiasso in collaborazione con il MANN - Museo Archeologico nazionale di Napoli, ospita dal 25 febbraio al 6 maggio 2018 la mostra, “Ercolano e Pompei: visioni di una scoperta”. Un’occasione per rispolverare il senso della scoperta, la gioia e il valore della conoscenza, con l’ archeologia non più riservata a una ristretta cerchia di studiosi.

Ospiti:
Nicoletta Ossanna Cavadini
, direttrice del m.a.x Museo di Chiasso
Maria Rosaria Esposito, responsabile della Biblioteca del Museo Archeologico nazionale di Napoli
Pietro Giovanni Guzzo, archeologo, già sovrintendente di Napoli e Pompei
Amanda Prada, responsabile della comunicazione e pubbliche relazioni del m.a.x. museo di Chiasso

Ercolano e Pompei: visioni di una scoperta al Max Museo di Chiasso

Storie, la domenica in prima serata

Seguici con
Altre puntate