Asia minore, terza parte

  • Condividi
  • a A

Con Sarah Tognola - Viaggiare è come sognare: la differenza è che non tutti, al risveglio, ricordano qualcosa, mentre ognuno conserva calda la memoria della meta da cui è tornato.

Edgar Allan Poe

 

L’incontro della prima ora sarà con Jennifer Martinel e la sua famiglia di origine curda: il marito Shevan e la figlia Jasmine. Jennifer vuole fondare un’associazione per i curdi che vivono in Svizzera. Quello curdo è il quarto gruppo etnico più numeroso del Medio Oriente, dopo arabi, persiani e turchi, con una popolazione di 40 milioni di persone divise fra Turchia, Iran, Iraq, Siria e Armenia. Un popolo indoeuropeo di antichissime origini la cui regione storica, il Kurdistan, è un’area montuosa situata nell’Asia minore.

Nella seconda parte di questo itinerario andremo alla scoperta di un paese che fino al 1935 era noto in occidente come Persia, patria di una delle più antiche civiltà del mondo. Saremo in compagnia di Seyed Ali Hosseini, giornalista e mediatore interculturale, in Svizzera da venti anni.

Malù Cortesi è l’autore di, “Un filo d’ Iran”, libro che ripercorre l’avventura dell’estate scorsa lungo la Via della Seta, un percorso storico, unico, spettacolare, affascinante. Eloquente la prefazione scritta dal fotografo locarnese di origini iraniane, Reza Katir: “Viaggiare da soli è una forma di preghiera e se lo si fa a piedi (o in bici) diventa meditazione. Sei tu davanti all’ universo, i tuoi incontri sono puri, momenti di vera scoperta ed è così che il viaggio dovrebbe essere”.