L’ambiente, il territorio e il paesaggio visto dalla parte dei “tecnici” 

Con Antonio Bolzani

  • Condividi
  • a A
 

Dalla qualità e dalla protezione dell’aria fino al Museo cantonale di storia naturale, passando dall’approvvigionamento idrico; dai rifiuti; dalle energie rinnovabili; dalla caccia e dalla pesca; dalla prevenzione dei rumori e, perfino, dalle Isole di Brissago: sono questi soltanto alcuni dei principali ambiti della Divisione dell’ambiente del Dipartimento del territorio che in Ticino è strutturata in vari uffici che si occupano di organizzare e garantire la gestione del territorio e di risanare i danni ambientali, secondo le relative leggi cantonali e federali e tramite la ricerca, l'osservazione, la prevenzione e delle misure e strategie adeguate.

La classe politica indica la via da seguire ai tecnici al fronte che devono così concretizzare e mettere in pratica quanto viene deciso dal potere esecutivo e da quello legislativo: un compito importante e fondamentale per offrire alla collettività un territorio di qualità e un ambiente naturale vivibile e sostenibile.

Per una volta quindi diamo la parola a chi è impegnato quotidianamente in questo lavoro di tutela e di salvaguardia del territorio, un lavoro che ha come obiettivo prioritario la protezione del patrimonio paesaggistico, naturalistico e storico. Ci facciamo accompagnare in questa “escursione ambientale”… dai nostri ospiti:

Giovanni Bernasconi, responsabile della Sezione della protezione dell’aria, dell’acqua e del suolo,
Filippo Rampazzi, direttore del Museo cantonale di storia naturale